Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

18/07/2013 Monreale

Cronaca

Via La Torre, musica ad alto volume e minacce. Nessuno fa niente

Via La Torre, musica ad alto volume e minacce. Nessuno fa niente Stampa

Torniamo ad occuparci dopo due mesi della situazione. Carabinieri e Polizia municipale si rimbalzano le competenze. L´amministrazione non interviene

Dopo oltre due mesi, torniamo ad occuparci di alcuni fatti gravi che accadono a Monreale. Nel silenzio e nell’indifferenza di molti. Abbiamo conosciuto una signora, che ci ha raccontato di come la sua vita sia resa impossibile da alcune persone che, sembra, abbiano occupato abusivamente alcuni garage di proprietà dell’istituto autonomo case popolari (IACP) in via La Torre. Cinque famiglie che credono di poter fare quello che vogliono: musica a tutto volume a qualsiasi ora del giorno e della notte, grigliate per strada, schiamazzi notturni, minacce a chi protesta. Una residente è stanca di vivere tutto questo. Ed ha chiesto, e continua a chiedere aiuto all’amministrazione  ed alle forze dell’ordine. Senza ottenere nulla in cambio. Perché il sindaco Filippo Di Matteo non è mai intervenuto sulla vicenda. Dell’assessore alla legalità non c’è traccia. Carabinieri e Polizia Municipale si rimbalzano la palla. Mentre per i militari dell’Arma si tratta di semplici liti condominiali e quindi di competenza dei vigili, la polizia municipale parla di disturbo alla quiete pubblica e quindi di competenza dei carabinieri. In effetti, abbiamo fatto un sopralluogo. E la musica ad alto volume si sente fin da via della Repubblica. La signora si è rivolta ad un legale, che sta tentando di imbastire una soluzione. L’obiettivo è quello di ripristinare la legalità nella zona. Parola troppo spesso usata, ma mai messa in pratica

IL COMMENTO DEL DIRETTORE

La vicenda di via Pio La Torre sorprende. Non solo perché tutti sanno e fanno finta di non sapere. Ma perché l’amministrazione comunale non prende provvedimenti. Immediati. Il nostro appello, dunque, è rivolto al sindaco Filippo Di Matteo ed all’assessore alla Legalità Marco Intravaia: fate qualcosa! Ma fatelo subito. Siamo disposti ad andare con loro a fare un sopralluogo e verificare di presenza quello che succede. La polizia municipale ha dato piena disponibilità ad un intervento. Ce lo ha confermato qualche giorno fa il commissario capo Castrense Ganci. La situazione appare paradossale. Perché chi vive nell’illegalità, non può imporre le proprie regole. Anzi, al contrario. Un intero quartiere non può subìre il volere di cinque famiglie. È giusto che si faccia chiarezza su tutta la vicenda. E noi, come alcuni colleghi illustri, poniamo alcune domande al sindaco Di Matteo ed all’assessore Intravaia sperando di ottenere delle risposte:

  1. I garage di via La Torre sono stati occupati abusivamente?
  2. È mai possibile che lo Iacp non sappia di questa situazione?
  3. Come intendete procedere per ripristinare la “legalità” nel quartiere?
  4. Perché le segnalazioni fatte dalla residente sono cadute nel vuoto per così tanto tempo?
  5. Vista la querelle tra Carabinieri e Polizia Municipale, non poteva l’assessore Intravaia fare qualcosa?  

Attendiamo fiduciosi. 

Per saperne di più, leggi questo articolo, oppue quest'altro

La Redazione

© Riproduzione riservata

Tags: monreale - via la torre - via la pira - garage - occupati - iacp - minacce - musica

Notizie correlate:
- 18/07/2013 Via Venero, semaforo guasto, manca il verde
- 18/07/2013 Calcio a 5, memorial Parisi, le sfide di questa sera
- 18/07/2013 Università di Palermo, uno sportello anche a Monreale
- 18/07/2013 Torna il Festival organistico a San Martino delle Scale
- 17/07/2013 Emergenza rifiuti a Monreale, potenziate le squadre di raccolta

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2019 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web