Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

23/12/2015 Palermo

Palermo

Terrorismo, fermata all'università di Palermo ricercatrice libica

Terrorismo, fermata all'università di Palermo ricercatrice libica Stampa

Si chiama Khadgia Shabbi, era in contatto con gruppi collegati all'Isis

"Propagandava" i messaggi e i video di gruppi collegati all'Isis nei suoi profili social. La polizia, su ordine della Procura, ha fermato una cittadina libica di 45 anni, ricercatrice universitaria a Palermo, "per istigazione a commettere reati di terrorismo". Si chiama Khadgia Shabbi e vive a Palermo da tre anni. Ricercatrice in Economia riceve un assegno di duemila euro al mese dall'ambasciata libica. Secondo i magistrati si sarebbe messa a disposizione dell'organizzazione terroristica Ansar Al Sharia Lybia.

La donna è stata bloccata dalla Sezione antiterrorismo della Digos, che ha eseguito un provvedimento di fermo emesso dalla Procura e convalidato dal Gip. Alla donna viene contestata l'istigazione a delinquere in materia di terrorismo aggravata dalla transnazionalità. L'indagine è coordinata dal procuratore Francesco Lo Voi, dall'aggiunto Leonardo Agueci e dal pm Gery Ferrara. Il fermo non è però stato ancora convalidato dal gip.

Gli inquirenti avrebbero trovato molto materiale investigativo interessante. Il provvedimento è scattato dopo un monitoraggio durato mesi. Decisive alcune segnalazioni, che hanno accertato i contatti della donna con due "foreign fighters", uno in Belgio, l'altro in Inghilterra. Avrebbe anche cercato di pianificare l'arrivo in Italia di un suo cugino, poi morto in Libia in uno scontro a fuoco, mandando diverse somme di denaro in Turchia. La ricercatrice sarebbe imparentata con esponenti di una organizzazione terroristica coinvolta nell'attentato all'ambasciata americana in Libia nel 2012.

La Redazione

© Riproduzione riservata

Tags: palermo - arresto - polizia - terrorismo - isis - libia - gruppo - digos - controlli - università - inghilterra - organizzazione -

Notizie correlate:
- 23/12/2015  Olimpiadi 2024, Palermo tra le città a supporto di Roma
- 23/12/2015  Al Tennis Club Palermo 2 il primo campo da beach tennis della città
- 22/12/2015  Palermo, stazione di servizio con il trucco: sequestro della Guardia di Finanza
- 22/12/2015  Palermo, traffico di migranti: arrestati dalla polizia tre scafisti
- 21/12/2015  Palermo, bevande alcoliche ai minorenni: sequestrata discoteca abusiva

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2018 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web