Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

19/01/2014 Termini Imerese

Regione

Termini, rapina violenta ad una farmacia, arrestato il responsabile

Termini, rapina violenta ad una farmacia, arrestato il responsabile Stampa

Nella colluttazione con il titolare, aveva perso il giubbotto ed il cellulare

Agenti della Polizia di Stato appartenenti al Commissariato di Termini Imerese hanno tratto in arresto L.F., 34enne pregiudicato, nativo e residente a Termini Imerese, poiché ritenuto responsabile del reato di rapina aggravata in danno di una nota farmacia del luogo.

In tal modo gli agenti hanno eseguito un provvedimento di custodia cautelare domiciliare, emesso dal Gip del Tribunale di Termini Imerese, Michele Guarnotta, su richiesta del Pm Bruno Brucoli.

Lo scorso 27 dicembre, un fatto di cronaca nera, tanto più grave perché infrequente nel centro imerese, ha fatto in poche ore il giro della cittadina: in orario pomeridiano, un giovane col volto travisato da cappuccio, faceva ingresso nei locali della farmacia “Morreale”; con sfrontatezza e decisione, nonostante il locale fosse in quei frangenti colmo di clienti, il giovane si dirigeva alla cassa ed affrontava un dipendente, mostrandogli un taglierino, manifestando la natura della sua irruzione al grido di “questa è una rapina” e chiedendo insistentemente il denaro contenuto in cassa. Quella che, nelle intenzioni del giovane, doveva essere una rapina “mordi e fuggi” si è inaspettatamente complicata quando l’anziano titolare della farmacia, avvertito da alcuni dipendenti della rapina in corso, non esitava a raggiungere il bancone ed affrontare il rapinatore. Ne nasceva una violenta colluttazione nel corso della quale, pur non impedendo al malvivente di sottrarre 240 euro, l’anziano proprietario riusciva a sfilare il giubbotto al giovane contendente ed a fargli perdere alcuni effetti personali tra cui il telefono cellulare.

L’aver perso ogni copertura ed il timore quindi di indugiare a volto scoperto  sotto le telecamere a circuito chiuso del locale hanno consigliato al giovane di battere in ritirata con il magro bottino di 240 euro.

Proprio la visione dei frame registrati dalle telecamere hanno consentito agli agenti di risalire a L.F., soggetto noto per il suo corposo pedigree criminale. La scheda sim del cellulare perso durante la colluttazione ed in uso al giovane malvivente ha fatto il resto ed ha chiuso in breve tempo il cerchio delle indagini degli agenti. L.F. si trova, pertanto, ristretto in regime di arresti domiciliari.

La Redazione

© Riproduzione riservata

Tags: rapina farmacia - termini imerese - violenta - colluttazione - titolare - ladro - perde - cellulare - polizia - arresta - uomo

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2019 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web