Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

27/08/2013 Palermo

Palermo

Tentano furto in appartamento, arrestate due sedicenni

Tentano furto in appartamento, arrestate due sedicenni Stampa

Le ragazze si sono fatte aprire la porta da una novantenne con la scusa di dover andare in bagno. Altri tre arresti all´Uditore in via Zandonai

Agenti della Polizia di Stato, appartenenti all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, nell’arco di poche ore, tra ieri pomeriggio e la scorsa notte, hanno sventato due furti in appartamento, arrestando cinque ladri stranieri.

Gli arresti sono frutto di un efficace dispositivo predisposto dalla Questura per fronteggiare il fenomeno dei furti in appartamento, che si basa sia su una più razionale distribuzione delle pattuglie su strada in quartieri maggiormente presi di mira, sia su controlli effettuati, a campione, in condomini a loro volta ritenuti a rischio.

Ieri pomeriggio, nel corso di uno di questi controlli, una pattuglia di polizia in via Mondini, è riuscita a bloccare e trarre in stato di arresto due donne 16enni croate che avevano appena perpetrato un furto nell’abitazione di una 90enne cittadina palermitana. I poliziotti, nell’atto di citofonare ai campanelli di uno stabile limitrofo, vedevano uscire velocemente dall’androne di un edificio le due donne inseguite con fatica da una cittadina straniera. Gli agenti inseguivano le due fuggitive e le bloccavano a breve distanza. Le due croate avevano appena perpetrato un furto in un appartamento abitato da una 90enne e dalla badante rumena. Mentre la badante dormiva, le due avevano suonato al campanello dell’anziana ed erano riuscite a farsi aprire la porta con il pretesto di un bisogno fisiologico. Senza che la vittima avesse l’iniziale percezione del furto, una delle due croate sostava sulla porta mentre la complice riusciva a raggiungere la camera da letto. In pochissimi minuti l’intero ambiente veniva rovistato e messo a soqquadro. Poi le due donne sono fuggite, ingenerando soltanto allora il sospetto del patito furto nell’anziana vittima le cui urla svegliavano la badante. Ne nasceva un inseguimento notato dalla pattuglia di Polizia che bloccava le fuggitive. Addosso ad entrambe veniva rinvenuto un cofanetto di preziosi del valore di oltre mille euro sottratto nella stanza da letto della 90enne ed a lei appartenente.  La perquisizione operata sulle due donne consentiva di rinvenire anche arnesi atti all’effrazione ed altri gioielli, presumibile provento di altri furti. Tutto veniva posto sotto sequestro e le due donne con precedenti di polizia specifici, venivano tratte in arresto.

Almeno un altro furto in appartamento è stato sventato in via Zandonai. Sono stati tratti in arresto Borislav Draganov, 24 anni bulgaro, Dimitar Maisenko, 30 anni buglaro e Mamuca Uchaze, 39 anni georgiano. Anche in questo caso, l’arresto è frutto della felice iniziativa dei poliziotti che, stanotte, hanno indirizzato i loro controlli su uno stabile del quartiere “Uditore”. Per la verità, l’attenzione degli agenti, nell’atto di passare in rassegna una serie di stabili, è stato attirato da quello in cui la serratura della porta dell’androne risultava visibilmente forzata. Come da manuale, i poliziotti hanno percorso l’intero corpo scala in salita. Al quarto piano dell’edificio hanno così sorpreso Draganov e Maisenko, mentre al piano superiore Uchaze. Sempre al quarto piano, si riscontrava come la porta di uno degli appartamenti fosse stata divelta. Il cilindretto della serratura, insieme ad arnesi atti allo scasso venivano rinvenuti addosso ai tre, circostanza che testimoniava di come i tre fossero sul punto di introdursi nell’appartamento all’atto dell’intervento dei poliziotti. I tre venivano tratti in arresto per il reato di tentato furto aggravato.

Dall’inizio di luglio, il numero degli arresti di ladri e rapinatori di appartamento, a fronte di un indubbio aumento di reati ma anche grazie alla risposta della Polizia di Stato, sale così a 16 persone di cui 12 stranieri tra georgiani, bulgari e lituani. Il numero dei denunciati per i reati di possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso, reato spesso collegato al furto in appartamento, è invece di 22 unità, di cui 13 stranieri.

La Redazione

© Riproduzione riservata

Tags: polizia - sventa - furto - appartamento - arrestate - due - croate - tre - stranieri

Notizie correlate:
- 21/08/2013 Ancora tentativi di furto con le chiavi bulgare, due denunciati
- 19/08/2013 Furto con "chiavi bulgare", arrestati in due
- 26/07/2013 Minacce, percosse e colpi d´arma da fuoco a salve, preso stalker
- 11/07/2013 Viale Michelangelo, due "super" furti in appartamenti
- 06/07/2013 Incendiò un auto della Polizia durante "Lecce-Carpi". Arrestato un palermitano

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2019 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web