Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

04/12/2014 

Salute e Bellezza

Seduta dallo psicologo, sfatiamo i miti

Seduta dallo psicologo, sfatiamo i miti Stampa

Vi immaginate di essere sdraiati su un lettino? Come nella nostra foto? Sbagliato

Vi siete mai chiesti come funziona una seduta da uno psicologo? Cosa si fa? Questo articolo serve a sfatare tanti miti. Tra questi, proprio quello che abbiamo usato anche noi come foto dell’immagine: dallo psicologo non ci si sdraia su un lettino. Come si vede nei film

Ci sono molte falsecredenze su ciò che succede durante questo primo incontro, da molti sofferto da altri atteso, ma che racchiude in sé l’ansia di chi si sta avvicinando a qualcosa ed a qualcuno che non conosce per niente.

Prendere la decisione di incontrare uno psicologo non è una scelta facile, in quanto si ammette prima di tutto a sé stessi di avere un disagio, un malessere al quale da soli non si riesce a trovare una soluzione. Quando si decide di prendere il primo appuntamento si inizia un percorso in cui ci si mette in gioco, significa che si è giunti alla consapevolezza che si vuole tornare a stare bene, che si vuole ritrovare il proprio stato di benessere e il proprio equilibrio che è sicuramente venuto a mancare. Molto spesso si preferisce andare dal medico curante ad esporre i proprio malesseri attendendo la soluzione più facile e passiva, la cura farmacologica, dallo psicologo il ruolo è più attivo e dinamico. Il paziente è il protagonista della propria storia clinica.

Prima di giungere al momento dell’appuntamento, la persona attraversa delle barriere che rappresentano degli scudi protettivi dietro ai quali ci si protegge per non prendere consapevolezza. Si inizia con il trincerarsi delle frasi quali “io non ho bisogno di nessuno, i problemi me li risolvo da me” “faccio prima a sfogarmi con il mio amico/a ” “prima vado a farmi prescrivere qualcosa dal medico poi andrò in un secondo momento”. In realtà lo psicologo ha degli strumenti che riguardano la comunicazione e le dinamiche della relazione che forse un buon amico non ha, nonostante possa essere il miglior ascoltatore del mondo. Lo psicologo aiuta nel processo attraverso il quale si trovano le risorse necessarie per far fronte alle problematiche, accompagna nell’esplorazione del vissuto di disagio per uscirne più forti e soprattutto più consapevoli sul come vanno affrontate delle situazioni difficili senza sentirsi persi e inermi, offre la possibilità di individuare gli strumenti da utilizzare “in caso di bisogno”.

COSA SUCCEDE NEL PRIMO INCONTRO

Scopritelo cliccando sul link

http://beneesserci.altervista.org/blog/come-funziona-una-seduta-dallo-psicologo/?doing_wp_cron=1417694106.5899980068206787109375

Federica La Scala

© Riproduzione riservata

Tags: seduta - psicologo - miti - credenze - false - come funziona - info - consigli

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2018 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web