Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

27/05/2014 Casteldaccia

Regione

Rapina allo stabilimento Amadori di Casteldaccia, i carabinieri arrestano tre persone

Rapina allo stabilimento Amadori di Casteldaccia, i carabinieri arrestano tre persone Stampa

L'irruzione aveva fruttato 50 mila euro

Dalle prime ore dell’alba, a Palermo e Castelvetrano, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Bagheria, unitamente a personale delle Compagnie Carabinieri di Palermo Piazza Verdi e di Castelvetrano, a conclusione dell’attività investigativa riguardante la rapina perpetrata il 28 ottobre 2013 ai danni del deposito della ditta “Gesco – Gruppo Amadori”, sito a Casteldaccia, via Pietro Nenni, hanno notificato un’ulteriore ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa, per i reati di rapina aggravata e sequestro di persona in concorso, emessa dal Gip presso il Tribunale di Termini Imerese Sabina Raimondo, nei confronti di Giuseppe Nicolaci, classe 83, residente a  Palermo, pregiudicato, disoccupato; Giovanni Micalizzi, classe 89, residente a Palermo, pregiudicato, disoccupato; Giovanni Pumo, classe 56, residente a Palermo ma di fatto domiciliato a Castelvetrano, pregiudicato, disoccupato.  

Le indagini, svolte dai militari dell’Arma sotto la direzione del dottor Brandini, Sostituto PM presso la Procura di Termini Imerese, erano iniziate immediatamente dopo il colpo, consumato presso lo stabilimento del gruppo “Amadori” nell’ottobre 2013, in cui tre malviventi, armati di pistola, avevano fatto irruzione all’interno degli uffici e, dopo aver immobilizzato con del nastro adesivo il personale presente, avevano sottratto dalla cassaforte circa 50 mila euro, equamente divisi tra contanti ed assegni.

Il provvedimento notificato in data odierna segue e completa analoga ordinanza, già notificata dai Carabinieri il 3 marzo scorso nei confronti di Roberto Rugnetta e Francesco Paolo Coppolino. Le successive risultanze investigative, avvalorate dai riscontri delle intercettazioni telefoniche nonché dal sequestro - nel corso di alcune perquisizioni domiciliari - dei capi di vestiario utilizzati nel corso della rapina, hanno infatti consentito di acclarare in maniera inconfutabile:

  • la partecipazione diretta, da parte di Nicolaci e Pumo alla rapina allo stabilimento;
  • la messa a disposizione, da parte di Micalizzi, dell’autovettura utilizzata per la rapina, in cambio della quale lo stesso riceveva dai complici una parte del bottino pari a circa 1.500 euro.

Gli odierni arrestati, sono stati associati presso le Case Circondariali “Ucciardone” di Palermo e San Giuliano di Trapani, dove si trovano ristretti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ha emesso il provvedimento restrittivo.

La Redazione

© Riproduzione riservata

Tags: carabinieri - casteldaccia - furto - amadori - arresti - complici - rapina - giuseppe nicolaci - giovanni micalizzi - giovanni pumo

Gallery


Notizie correlate:
- 27/05/2014  Palermo, droga ed armi in casa con tre figli piccoli, arrestata una coppia
- 27/05/2014  Partinico, soldi per restituire un'auto, arrestato un ragazzo
- 27/05/2014  Balestrate, incendiato il magazzino del lido "Le grotte"
- 26/05/2014  Bagheria, voleva acquistare un'auto da 25 mila euro con documenti falsi: i carabinieri scoprono la truffa
- 24/05/2014  Partinico, allaccio abusivo alla rete elettrica ed una serra di marijuana, arrestato un uomo

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2019 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web