Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

08/04/2014 

Italia

"No" agli OGM: gli italiani scelgono

"No" agli OGM: gli italiani scelgono Stampa

Il sondaggio condotto da Legambiente: oltre 8 mila i votanti

Un 98% di no agli ogm. È questo l’esito del referendum simbolico organizzato sabato scorso da Legambiente in molte città d’Italia, un risultato che ribadisce la contrarietà di una buona parte degli italiani al cibo geneticamente modificato e alle colture ogm nel nostro Paese.
Legambiente ha allestito numerosi presidi informativi – che sono stati anche l’occasione per rivendicare l’importanza delle nostre tradizioni e tipicità culinarie, portando in piazza specialità locali dalla polenta a pane e panelle, dalle cicerchie ai cavatelli al sugo, dall’acquacotta allo gnocco fritto, dalla pizza ai rustici - e raccolto la volontà degli italiani sull’agricoltura e il cibo transgenici, chiedendo loro di scegliere tra le due opzioni “ITALIA OGM - se vuoi portare a tavola alimenti transgenici” e “ITALIA NO OGM – se vuoi portare a tavola prodotti non Ogm, biologici, tipici e di qualità”. Delle 8.000 persone che hanno partecipato al referendum di Legambiente, nell’ambito della giornata di mobilitazione #ItaliNOogm organizzata dalla Task Force per un’Italia Libera da OGM, il 98% ha optato per un’Italia no ogm, mentre solo il 2% dei votanti si è detto a favore del transgenico nel piatto.

Dal 1996 al 2012 le superfici investite a OGM sono aumentate di oltre 100 volte; il numero di persone denutrite croniche si è ridotto del 5,6%; quello delle persone che non hanno cibo per una vita normale del 2,2%; il numero di persone sovrappeso è aumentato del 60% e, nei Paesi maggiormente a rischio (Canada USA), è stimato in crescita di un ulteriore 66% nei prossimi dieci anni; vi sono più bambini sovrappeso che denutriti (155 milioni, contro 148) ogni anno 65 milioni di persone muoiono per cause legate alla carenza (36 milioni), o all’eccesso (29 milioni) di cibo; il 35% degli adulti di età superiore ai 20 anni è sovrappeso e l’11% obeso. Il 65% della popolazione
mondiale vive in Paesi dove muoiono più persone per eccesso che non per carenza di cibo.

La Redazione

© Riproduzione riservata

Tags: legambiente - sondaggio - ogm - risultati - votazione - territorio - italiano - statistiche

Notizie correlate:
- 13/03/2014  Sicilia, prime condanne storiche per il reato di "ecomafia"
- 26/02/2014  Palermo, polemiche sulla linea 3 del tram. Legambiente si rivolge alla Procura
- 21/02/2014  La Sicilia "regina" degli abusi edilizi

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2019 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web