Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

09/03/2015 Palermo

Eventi

"Non si sa come", recensione dello spettacolo di Pino Caruso

"Non si sa come", recensione dello spettacolo di Pino Caruso Stampa

Appena concluse le repliche al teatro Biondo di Palermo

Si sono concluse ieri, con l’appuntamento pomeridiano, le repliche dello spettacolo “Non si sa come” diretto interpretato da Pino Caruso e prodotto dal Teatro Biondo Stabile di Palermo.

Un imponente piano inclinato occupa tutta la scena. Il progetto dello scenografo Enzo Venezia, rafforza la naturale tendenza all’instabilità mentale dei quattro personaggi, Romeo e Bice Daddi e Giorgio e Ginevra Vanzi facendoli apparire sospesi a mezzaria come in un sogno.

Sulle linee oblique di una scenografia minimale, gli attori appaiono come sdraiati su un enorme lettino da psicoanalisi e lo spettatore può persino immaginare di essere Freud.

Monologhi e paranoiche conversazioni si alternano ripetendosi, come biglie in discesa libera rotolano velocemente e trascinano lo spettatore stanco nel caos del flusso di coscienza. Romeo Daddi racconta confondendoli delitti del passato e tradimenti del presente, espone arzigogolate congetture sulla differenza tra realtà e finzione, “è impazzito!” affermano tutti i personaggi almeno una volta ma è la precisione della sua follia nella performance magistrale di Pino Caruso ad assicurargli un clamoroso applauso del pubblico in sala. Accademiche ed essenziali le interpretazioni di Giusi Cataldo, Alessio Di Clemente e Manuela Muni talvolta eccessivamente realistiche data l’intrinseca dimensione dell’assurdo del testo pirandelliano. Al termine dello spettacolo il regista è sceso in platea ed ha ringraziato personalmente il pubblico in sala e simbolicamente tutto il pubblico teatrale italiano augurandosi con un sorriso l’incremento della partecipazione popolare a tutte le manifestazioni culturali perchè, proprio come è successo a lui, “la vita si impara a teatro”. 

(FOTO TEATRO BIONDO STABILE)

Agnese Ferraro

© Riproduzione riservata

Tags: palermo - eventi - spettacoli - teatro - recensione -

Notizie correlate:
- 09/03/2015  Palermo, 95 tonnellate di rifiuti in 50 metri quadrati, scovata un'altra discarica abusiva
- 09/03/2015  Palermo, metanizzazione di via Ciaculli, istituito il senso unico di marcia
- 09/03/2015  Intenso e ricco di colpi di scena il fine settimana del Cus Palermo
- 08/03/2015  I centralinisti dell'Ars: "Noi cacciati fuori senza pietà con un contratto già firmato"
- 08/03/2015  Palermo, un supermarket della droga scoperto allo Zen

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2019 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web