Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

22/09/2014 Palermo

Palermo

Palermo, tre euro per parcheggiare: lei si rifiuta e chiama il 113. Denunciato per tentata estorsione

Palermo, tre euro per parcheggiare: lei si rifiuta e chiama il 113. Denunciato per tentata estorsione Stampa

È successo nei pressi di via Lanza di Scalea

Agenti della Polizia di Stato, appartenenti al Commissariato San Lorenzo hanno denunciato a piede libero, G.L.B., 49enne pregiudicato del quartiere Zen, poiché responsabile del reato di tentata estorsione, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Emblematica la circostanza che ha portato alla denuncia del pregiudicato e, al contempo, da monito per i cittadini, spesso rassegnati ed acquiescenti alle richieste dei posteggiatori. Un uomo di mezza età, nei pressi di un noto locale di ritrovo giovanile, sembra sovrintendere alle operazioni di parcheggio di una vettura guidata da uno spensierato, giovane automobilista. Con galanteria, essendo l’automobilista una donna e con scrupolo quasi maniacale, alla ricerca del millimetro che consenta quanto più agio alla donna, l’ “angelo custode” guida ogni manovra e, con la sua imponente stazza, sembra persino voler difendere da malintenzionati la giovane appena scesa dall’abitacolo cui ha anche aperto lo sportello. All’uomo non basta però un grazie, neanche se ripetuto più volte. L’uomo è un posteggiatore, in servizio permanente effettivo ed abusivo, in via Faraone, zona Lanza di Scalea, dove le propaggini della mondanità giovanile ed i locali all’ultima moda si sono spinti fin quasi a toccare la rinomata povertà edilizia della Zona Espansione Nord. A pochi metri da uno di questi locali, il posteggiatore non indietreggia di un centimetro, pretende la sua quota, d’altro canto, “così fan tutti e non da ora”.

È allora che la rabbia della ragazza prevale, tocca le corde del suo senso civico; la ragazza oppone un categorico “no” alla richiesta del posteggiatore, decisa anche lei a non mollare di un centimetro, i tre euro non li verserà ed anzi chiama il “113”.

Quando la volante del Commissariato San Lorenzo giunge in via Faraone, il parcheggiatore non è più a vista, ha fatto solo qualche metro. Viene additato agli agenti da numerosi automobilisti, parecchi dei quali, solo qualche minuto prima, remissivi, avevano versato l’obolo. L’uomo tenta di resistere ai poliziotti, sia passivamente che attivamente con calci e pugni, andati a vuoto. Nei locali del vicino Commissariato gli verrà notificata una denuncia a piede libero per il reato di tentata estorsione.

La Redazione

© Riproduzione riservata

Tags: polizia - palermo - denunciato - tentat - estorsione - posteggiatore - parcheggiatore - abusivo - via faraone - zen - chiamata - 113 - ragazza

Notizie correlate:
- 22/09/2014  Palermo, finge una fratture del piede e della spalla per frodare l'assicurazione, arrestato
- 22/09/2014  Vendevano maglie da calcio contraffatte, denunciati due venditori
- 17/09/2014  Palermo, tenta di violentarla, salvata dai commercianti: arrestato un cittadino africano
- 16/09/2014  Palermo, "vi ammazzo": picchia la moglie e minaccia i figli, arrestato
- 13/09/2014  Partinico, rubavano l'energia elettrica, denunciati i titolari dell'Md discount

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2019 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web