Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

29/07/2015 Palermo

Palermo

Palermo, strage di via Pipitone Federico: cerimonia in ricordo delle vittime

Palermo, strage di via Pipitone Federico: cerimonia in ricordo delle vittime Stampa

Ricordati il capo dell'Ufficio Istruzione del Tribunale, Rocco Chinnici e i carabinieri della sua scorta

Si è svolta questa mattina, la cerimonia di commemorazione delle vittime della strage di via Pipitone Federico, dove un'autobomba uccise nel 1983 il capo dell'Ufficio Istruzione del Tribunale, Rocco Chinnici, i carabinieri della sua scorta, Mario Trapassi e Salvatore Bartolotta, e il portiere dello stabile, Stefano Li Sacchi.

Presenti il Questore Guido Longo, il Generale di Corpo d’Armata Riccardo Amato, Comandante del Comando Interregionale “Culquaber”, rappresentanze di tutte le forze dell'ordine. Presente anche l'amministrazione comunale, rappresentata dall'assessore Giuseppe Gini. "Rocco Chinnici fu un grande servitore dello Stato e un pioniere nella lotta alla mafia - ha affermato l'Assessore Gini, ricordando il ruolo di Chinnici nell'ideazione del Pool antimafia -. Era un magistrato che ha saputo rompere gli schemi, con un approccio visionario e innovatore al lavoro di indagine, che fu premonitore del primo maxi processo".

"Chinnici fu un grande innovatore su più fronti - ha dichiarato il Sindaco Leoluca Orlando - innanzitutto perché fu tra i primi in ambito giudiziario a comprendere la gravità e quindi indagare le collusioni e i legami fra mafia e politica, fra mafia e imprenditoria. Non a caso, le indagini hanno portato ad accertare quali mandanti i cugini Salvo. Ma Rocco Chinnici è stato anche un grande innovatore culturale, comprendendo l'importanza del coinvolgimento della società civile, dei giovani e delle scuole nella lotta alla cultura mafiosa, oltre che al suo affarismo criminale. Un impegno fatto di passione e rigore intellettuale che ha lasciato una forte impronta nella nostra città".

La Redazione

© Riproduzione riservata

Tags: palermo - cerimonia - commemorazione - strage - via pipitone federico - carabinieri - vittime - mafia - questore - guido longo -

Gallery


Notizie correlate:
- 29/07/2015  Emergenza sangue in Sicilia, appello dell'Associazione Italiana Leucemie
- 28/07/2015  Palermo, eseguita l'autopsia su Alberto Conforti, morte causata da "sepsi da meningococco"
- 28/07/2015  "Meglio la terra": il nuovo album della band palermitana nKantu d'Aziz
- 27/07/2015  Palermo, poliziotto muore a 30 anni: faceva parte dell'Anps di Monreale. Sospetta meningite
- 27/07/2015  Palermo, boom di visitatori per il "Coffee Sweet Immersion"

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2019 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web