Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

24/06/2015 Palermo

Palermo

Palermo, seguiva gli anziani per rapinarli: arrestato dalla polizia

Palermo, seguiva gli anziani per rapinarli: arrestato dalla polizia Stampa

All'uomo sono addebitate almeno sei rapine

Carlo ventimiglia, un pregiudicato palermitano 52enne, è stato arrestato dalla polizia, perchè ritenuto autore e collante, allo stesso tempo, di un gruppo criminale, dedito alla consumazione di un numero incredibile di rapine ad anziani.

A far luce su, almeno, sei aggressioni ad altrettanti anziani che avevano appena prelevato grosse somme di denaro da istituti di credito e postali cittadini, i poliziotti della sezione “Criminalità diffusa” della Squadra Mobile di Palermo che hanno eseguito un provvedimento di Custodia Cautelare in carcere, emesso dal Tribunale di Palermo.

E’ di circa ventimila euro il valore complessivo dei bottini sottratti alle vittime in un arco di tempo che va dal marzo 2014 al marzo 2015. Se Ventimiglia è un grosso pesce della criminalità predatoria cittadina, banche ed uffici postali della zona centrale di Palermo, nel corso dell’ultimo anno, sono stati il mare in cui il malvivente ha sguazzato, costruendo i presupposti delle violente aggressioni che sarebbero avvenute di lì a poco, su strada o in androne.

Identico il “modus operandi” di ogni aggressine ed ogni suo prologo: Ventimiglia faceva ingresso nei locali dove sostava anche per lunghi minuti, senza effettuare alcuna operazione finanziaria; in realtà, “sondava” il terreno alla ricerca di anziani correntisti; quando il malvivente aveva la percezione di un grosso prelievo allo sportello effettuato proprio dall’anziano di turno, questi diveniva automaticamente la preda prescelta, veniva seguita ed inesorabilmente rapinata, su strada o dentro l’androne di uno stabile.

Come ricostruito dal personale dei Falchi della Squadra Mobile palermitana, è andata così per almeno 6 rapine, avvenute ai danni di anziani che avevano appena prelevato alle agenzie Unicredit di via Ruggero Settimo, di piazza Mordini e di Corso Finocchiaro Aprile ed agli uffici postali di c.so Pisani, via Brunetto Latini e di via Mariano Stabile.

Ventimiglia è risultato sostare all’interno degli istituti, piazzato alle calcagna degli anziani correntisti, sempre in coincidenza di cospicui prelievi, sempre con una grossa borsa a tracolla e sempre senza effettuare alcuna operazione bancaria che giustificasse la sua presenza in quei luoghi.

"Le rapine - spiegano dalla questura - sono state compiute, in alcuni casi da un singolo rapinatore, in altri da più complici, quindi è plausibile che Ventimiglia sia stato coadiuvato da altri malviventi ai quali avrebbe trasferito ogni volta importanti informazioni circa l’entità dei prelievi effettuati dalla vittima. Indicativa, a tal riguardo - continuano gli inquirenti -, la circostanza che il o i rapinatori di turno, sempre, abbiano sottratto il denaro alle vittime, andando a “colpo sicuro” nelle zone del corpo, ove esso era stato occultato, quasi sempre all’interno delle tasche dei pantaloni".

Un ulteriore elemento di prova è rappresentato dall’utilizzo, da parte dell’autore di ogni assalto, di uno scooter che per marca, modello e parziale del targhino, risulta “compatibile” con quello in uso al Ventimiglia. Indagini sono in corso per risalire ai complici del malvivente.

La Redazione

© Riproduzione riservata

Tags: palermo - polizia - arresto - rapina - anziani - poste - banche - indagini - vittima -

Notizie correlate:
- 24/06/2015  Contest Palermo Welcome. Al via l'ultima fase
- 24/06/2015  Maxi sbarco al porto, 200 migranti a Monreale
- 23/06/2015  A Palermo il festival internazionale del gelato
- 23/06/2015  Palermo, fu il primo bene confiscato alla mafia da Falcone: diventerà una base per scout
- 23/06/2015  Palermo, ha ucciso per 6 euro: arrestato il killer del benzinaio di piazza Lolli

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2019 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web