Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

17/02/2014 Palermo

Palermo

Palermo, i versi di Dario Caldarella, tra odio ed amore

Palermo, i versi di Dario Caldarella, tra odio ed amore Stampa

Prima pubblicazione per il giovane poeta palermitano

Hanno un’anima classica le poesie di Dario Caldarella, giovane ed esordiente poeta palermitano alla sua prima pubblicazione poetica “Voci dall’interstizio”. L’opera, pubblicata nel 2013, raccoglie 34 composizioni suddivise in due parti: la prima è incentrata sull’amore, la seconda spazia tra varie tematiche. Filo conduttore della produzione poetica è rappresentato dalle emozioni umane. Come conferma lo stesso poeta: “Cerco di abbracciare la maggior parte dei sentimenti, dall'amore all'odio, focalizzandomi molto sugli aspetti surreali – spiega -. Mi piace anche riscrivere miti e leggende o omaggiare qualche grande artista. Attingo molto al mondo classico ispirandomi ad esempio a Saffo, Ovidio e Pindaro. Non mancano gli autori italiani del '900 come Montale, anche se i miei punti di riferimento sono Leopardi e Keats”. Nato a Palermo il 19 giugno del 1990, Dario Caldarella, dopo aver conseguito la maturità classica, si iscrive alla Facoltà di Lettere e Filosofia del capoluogo siciliano. Alla passione per il teatro, che lo porta a mettere in scena alcune sue composizioni, accosta una fervida attività scrittoria che spazia dalla prosa alla produzione in versi. “Scrivo poesie da circa sei anni – afferma -. In precedenza mi limitavo a comporre qualche breve pensiero, ma non mi sentivo ancora pronto per elaborare versi. Sono felice della mia prima pubblicazione che ha ricevuto la Publica Laus, una sorta di menzione della critica, al Certamen Apollinare Poeticum organizzato dalla Facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università Pontificia Salesiana di Roma”. Soddisfatto della sua raccolta, Dario Caldarella alla domanda se è legato ad una sua poesia in particolare risponde: “Direi di no, sono particolarmente affezionato a ognuna di esse ma, se proprio dovessi scegliere, opterei per Morte di Orfeo, perché rappresenta una sorta di trionfo sulla morte”. Per il poeta palermitano ci sono diversi progetti in cantiere: “Sto lavorando a una seconda silloge di poesie a stampo prettamente mitologico e a una raccolta di racconti, anche se mi stuzzica l'idea di un romanzo...”. Per incontrare il poeta e partecipare alle letture delle sue poesie si possono consultare le prossime date di incontri sulla pagina Facebook “Voci dall'interstizio” o sul suo blog dariocaldarella.blogspot.com. 

Rosangela Scimeca

© Riproduzione riservata

Tags: dario caldarella - poesie - voci dell´interstizio - presentazione - libro - intervista - autore

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2019 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web