Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

15/04/2015 Palermo

Eventi

Palermo, debutta al teatro Biondo "Magazzino 18" di Simone Cristicchi

Palermo, debutta al teatro Biondo "Magazzino 18" di Simone Cristicchi Stampa

Resterà in scena fino al 24 aprile

Debutta oggi, mercoledì 15 aprile, al Teatro Biondo Stabile di Palermo lo spettacolo “Magazzino 18” ideato e interpretato dal noto cantautore Simone Cristicchi. Cita Claudio Magris, Cristicchi, “La memoria è la libertà dall’ossessione del nostro passato”.

Un passato poco noto che racconta un doloroso stralcio di storia italiana, il trattato di pace firmato nel ’47 che ha segnato la perdita definitiva dei territori dell’Istria e della fascia costiera in cui trecentomila italiani dovettero abbandonare la propria casa, la terra natia e le radici per continuare ad essere italiani. Simone Cristicchi ha scelto di ripercorrere i passi di questa gente con le parole di una canzone e di un testo teatrale scritto insieme a Jan Bernas, giovane giornalista di origine polacca. “Magazzino 18” prende il titolo proprio da quel luogo nella città di confine, Trieste; un magazzino in cui la gente lasciava la propria vita racchiusa negli oggetti che possedeva, prima di affrontare il calvario dei campi profughi, con la certezza imprecisata di riappropriarsene in futuro.

Sul palco, un ignaro archivista romano, inviato dal Ministero, incontrerà le vite nascoste negli oggetti del Magazzino 18 e le racconterà al pubblico in un reportage storico innovativo cadenzato da videoproiezioni e musica inedita. “Dal giorno in cui, due anni fa, attraversai il vecchio portone del Magazzino 18, – spiega Cristicchi – sono stato ossessionato dal silenzio imbarazzante che respirai lì dentro[…] Con l’aiuto di Jan Bernas, mi sono immerso nell’umanità sconvolta da questo uragano della Storia, un dolore che non può avere un colore politico, ma solo rispetto; una storia che in qualche modo aspettava e meritava di essere narrata e cantata, dopo settant’anni di oblio”.

Lo spettacolo è diretto dal regista Antonio Calenda e vedrà sul palco la partecipazione del Coro di voci bianche del Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo diretto da Antonio Sottile. Le scene di Paolo Giovanazzi , le luci di Nino Napoletano, le musiche di Valter Sivilotti registrate dalla FVG Mitteleuropa Orchestra. “Magazzino 18” resta in scena al Teatro Biondo fino al 24 aprile.

Agnese Ferraro

© Riproduzione riservata

Tags: palermo - eventi - teatro - spettacoli - simone cristicchi - istria - trattato - storia - italia -

Notizie correlate:
- 14/04/2015  Palermo, al via "Panormus Street Food Festival"
- 14/04/2015  Palermo, salasso bollette acqua, interviene l'autorità per l'energia elettrica, gas e sistema idrico
- 14/04/2015  Palermo, furti di carburante e attrezzature della Rap: 5 dipendenti in manette
- 13/04/2015  Vivicittà 2015, vince l'altofontino d'adozione Yuri Floriani
- 13/04/2015  Palermo, già sottoposto a provvedimento restrittivo, stalker finisce ai domiciliari

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2019 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web