Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

03/06/2014 Palermo

Palermo

Palermo, arrestato zio "orco": violentava i nipotini di 6 anni

Palermo, arrestato zio "orco": violentava i nipotini di 6 anni Stampa

Una storia tremenda venuta alla luce grazie alla segnalazione di una delle vittime al Telefono azzurro

Agenti della Polizia di Stato, appartenenti alla sezione “Reati sessuali ed in danno di minori” della Squadra Mobile di Palermo hanno eseguito un provvedimento di Custodia Cautelare in carcere nei confronti di un 49enne cittadino palermitano, ritenuto responsabile di avere, ripetutamente, abusato, sessualmente, di due sue nipoti.

Il provvedimento è stato disposto dal Gip del Tribunale di Palermo, dr. Nicastro, su richiesta del P.M., dr. Lenzi.

I poliziotti della Mobile hanno delineato un quadro indiziario concordante ed a tratti raccapricciante nei confronti dell’indagato, sviluppando una segnalazione loro pervenuta dal “Telefono Azzurro”, cui, qualche mese orsono, era giunta la chiamata di una delle due vittime, ora adolescenti.

Le dichiarazioni della vittima che si era rivolta al “Telefono Azzurro”, rese in più sessioni di audizioni dinanzi a poliziotti e consulenti tecnici, hanno dolorosamente ricostruito spaccati di vita familiare in cui l’innocenza del rapporto parentale fra zio e nipote è stata, per anni, corrotta da una morbosa promiscuità.

Gradualmente, una delle vittime, oggi 16enne, ha raccontato di avere subito in silenzio violenze, abusi e minacce dallo zio, ed ha, incredibilmente, circostanziato al 2004, quando ancora aveva 6 anni, l’inizio del suo calvario. La ragazzina, costretta a bruciare le tappe dell’infanzia e dell’adolescenza, ha raccontato con dovizia di particolari gli abusi subiti da parte dello zio che li accompagnava con la minaccia di ripeterli anche nei confronti della madre, se la piccola avesse parlato. Le violenze sarebbero avvenute, nel corso degli anni, nella casa dei nonni dove lo zio vive insieme ai genitori e dove la piccola, in compagnia di papà e mamma, si recava in occasione di ogni festività. Per la giovane vittima, in uno strano capovolgimento del calendario, i giorni di festa erano giorni di strazio. Il trauma subito, a partire da così tenera età, non ha però impedito alla piccola di mantenere i contatti con la realtà e non le ha precluso la percezione del giusto e del sopruso, del buono e del cattivo.

Da ciò la decisione, provvidenziale, della vittima, di rivolgersi al “Telefono azzurro” e quindi alla Polizia di Stato.

I racconti dell’adolescente hanno consentito di squarciare il velo del silenzio anche in relazione ad un altro episodio di abuso, perpetrato dall’uomo nei confronti di una seconda nipote, cuginetta della prima denunciante. Anche questa vittima ha confermato ai poliziotti di avere subito abusi sessuali,  quando aveva appena 6 anni. La piccola, è però riuscita a sottrarsi, nel corso degli anni, alle “attenzioni” dello zio, evitandolo e frequentando di rado la casa dei nonni. Anche di questo abuso l’uomo dovrà rispondere dinanzi ai Giudici.

La Redazione

© Riproduzione riservata

Tags: violenza - sessuale - nipotini - 6 anni - arrestato - zio - orco - stupratore - segnalazione - vittima - telefono azzurro

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2019 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web