Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

21/06/2014 Palermo

Palermo

Palermo, arrestato, fugge dai domiciliari: scovato in una sala giochi

Palermo, arrestato, fugge dai domiciliari: scovato in una sala giochi Stampa

Era latitante da marzo: tardito dalla passione per il gioco

I militari del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Piazza Verdi hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, per i reati di detenzione ai fini di  spaccio  e detenzione di arma , emessa dal GIP presso il Tribunale di Palermo nei confronti di Benedetto Badalementi, nato a Bari, classe 1970, residente a Palermo.

L’ordinanza scaturisce da una prolungata ed articolata attività investigativa svolta dai militari. Il 14 marzo scorso Badalamenti veniva tratto in arresto dai Carabinieri perché trovato in possesso di armi e cocaina. Il Tribunale ne disponeva l’accompagnamento agli arresti domiciliari in attesa della decisione sulla misura che prevedeva poi la reclusione in carcere. Nei medesimi istanti, Badalamenti organizzava la sua fuga nei minimi dettagli. Immediato è scattato il mandato di cattura emesso dalla Procura, dopo le vane ricerche dei Carabinieri del neo-latitante. Le abitazioni dei parenti, della moglie e di alcuni amici venivano sorvegliate in maniera assidua e discreta dai militari del Nucleo Operativo della compagnia di Piazza Verdi. A far cadere il latitante è stata  proprio una sua passione: il gioco. Ieri pomeriggio, il ricercato veniva visto entrare in una sala giochi via Gaspare Palermo ed i militari decidevano di intervenire. Le fasi dell’arresto sono state fulminee: l’uomo non ha opposto resistenza, era privo di armi ed indossava un cappellino per nascondersi dagli sguardi indiscreti. Ai Carabinieri che lo hanno ammanettato, sotto gli occhi della moglie,  ha detto “prima o poi me lo aspettavo”.  Una latitanza durata più di tre mesi  e conclusasi con la reclusione presso il carcere “Ucciardone”. Badalamenti rischia di scontare diversi anni di carcere. 

La Redazione

© Riproduzione riservata

Tags: carabinieri - palermo - arresto - fuga - domiciliari - tradito - passione - gioco - sala giochi - arrestato - benedetto badalamenti

Notizie correlate:
- 21/06/2014  Palermo, furto al centro polivalente sportivo di Bonagia, arrestati tre giovani
- 21/06/2014  Carini, "mi presti il cellulare"? E poi chiedono il riscatto per restituirlo
- 20/06/2014  Monreale, coltivava marijuana in casa e rubava energia elettrica, arrestato un monrealese
- 19/06/2014  Palermo, scandalo al Comune, arrestati 11 dipendenti
- 19/06/2014  Camporeale, sorpresi a rubare infissi, arrestati due giovani

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2019 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web