Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

21/11/2014 Palermo

Palermo

Palermo, al Teatro Biondo il "Doppio fronte" di Ovadia e Galeazzi

Palermo, al Teatro Biondo il "Doppio fronte" di Ovadia e Galeazzi Stampa

Scena spoglia, solo immagini e la lettura delle testimonianze di chi ha vissuto la Grande Guerra

Moni Ovadia ha scelto Palermo e il palco del Teatro Biondo per il debutto del suo "Doppio Fronte. Oratorio per la Grande Guerra". Uno spettacolo di narrazione in cui le verità di una storia, spesso letta solo sui libri, vengono restituite al pubblico con un mix di parole, musica e immagini.  Moni Ovadia e Lucilla Galeazzi rileggono lettere e testimonianze di chi quella guerra l’ha vissuta fino a morire; parole incoscienti di giovani impreparati alla carneficina che si è perpetrata sui campi di battaglia. Dai diari dei combattenti al manifesto delle suffraggette passando per i brani della canzone popolare di quegli anni,  la voce di Lucilla Galeazzi è sempre quella del popolo.  Il coro del Conservatorio Vincenzo Bellini, ricalca le voci di quei giovani loro coetanei in un patriottismo cantato con forza  che si alterna alle parole sofferenti di “Gorizia” brano storico di Mario Azad Donatiello. La scena spoglia è vestita da immagini proietattate,  realizzate da Elisa Savi e Andrea Bocca, in cui le ombre del Coro sembrano ripropoporre sagome di soldati nel campo di battaglia. La componente musicale, che fa da tappaeto a tutta la narrazione, è arricchita dalle note dei musicisti, Paolo Rocca al clarinetto, Massimo Marcer alla tromba, Albert Florian Mihai alla fisarmonica e Luca Garlaschelli al contrabbasso, con sonorità che spaziano fino al jazz dell’immediato dopoguerra.

Lo spettacolo sarà in scena fino al 23 novembre.

Agnese Ferraro

© Riproduzione riservata

Tags: Doppio fronte - Oratorio per la Grande Guerra - spettacolo - moni ovadia - lucilla galeazzo - prima guerra mondiale - teatro biondo - stabile - palermo - recensione

Notizie correlate:
- 13/11/2014  Palermo, il "Doppio fronte" di Ovadia e Galeazzi: ecco com'era la Grande Guerra

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2019 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web