Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

27/06/2014 Monreale

Cronaca

Monreale, il Vescovo Pennisi: "Fuori la mafia dalle confraternite"

Monreale, il Vescovo Pennisi: "Fuori la mafia dalle confraternite" Stampa

Sulla scia di Papa Francesco, Pennisi obbliga le confraternite dell'Arcidiocesi ad inserire nello statuto il divieto di farne parte agli appartenenti alla mafia

Monsignor Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale, all'indomani della scomunica lanciata dalla Calabria da Papa Francesco contro i mafiosi, leva alta anche la sua voce e lo fa attraverso un "decreto" che obbliga le confraternite dell'Arcidiocesi ad inserire nello statuto che non possono farne parte gli appartenenti ad associazioni mafiose. “La lotta alla mafia, il contrasto alle piaghe del pizzo e dell'usura e la moralizzazione della vita pubblica - ha aggiunto - passa attraverso un rinnovato impegno educativo che porti ad un cambiamento della mentalità, che deve iniziare fin da bambini. Per contrastare questi fenomeni criminali è necessaria una mobilitazione delle coscienze che, insieme ad un'efficace azione istituzionale e ad un ordinato sviluppo economico, può frenare e ridurre il fenomeno criminoso”. Monsignor Pennisi ha continuato il suo solenne monito così: “È un segno positivo l'attuale sensibilità che la Chiesa italiana, a vari livelli, mostra nei confronti del fenomeno mafioso. È una sensibilità che si esprime nella denuncia dal pulpito ed in una serie di iniziative concrete volte a creare un costume ed una mentalità alternativi a quella della cultura in cui regna la mafia”. Si è poi soffermato sugli aspetti riguardanti l'educazione alla legalità: “Il bene comune, deve essere una priorità. Deve essere chiaro che l'educazione rappresenta il bene pubblico per eccellenza, quindi qualunque istituzione pubblica deve essere interessata al fatto che ci sia un'educazione integrale e di qualità”. Dichiarazioni che sicuramente scuoteranno le coscienze e non solo quelle locali, di Monreale e frazioni, intendiamo. Un vero monito che, chi si sente veramente vicino alla Chiesa, non potrà trascurare.

Rosario Lo Cicero

© Riproduzione riservata

Tags: monito - vescovo - monreale - michele pennisi - confraternite - diocesi - monreale - fuori - mafia - obbligo - statuto

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2019 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web