Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

14/04/2015 Monreale

Le Inchieste

Migranti/1, da Monreale la fuga verso Palermo

Migranti/1, da Monreale la fuga verso Palermo Stampa

Appena arrivati, si sono rapidamente incamminati verso il capoluogo

Sono arrivati all’alba e sono andati già via. Dal porto di Palermo, a Monreale ne hanno portati 450. In 300 sono stati accompagnati presso l’Oasi Pino Puglisi subito dopo Giacalone, nella strada che conduce a Poggio San Francesco. 150, tra donne e bambini, invece, al complesso San Gaetano. Due donne sono state trasferite all’ospedale Ingrassia, perché in stato di gravidanza. Al Complesso San Gaetano lanciato anche l’allarme sanitario per presunti casi di scabbia non verificati.

Stamattina i Carabinieri hanno presenziato costantemente il territorio, con auto d’ordinanza e vetture civili. Un continuo Sali e scendi per evitare che i migranti potessero anche solo pensare di commettere qualche reato. Ma dalle 8 circa, è cominciato, per le 300 persone ospiti del centro Pino Puglisi di Giacalone, il lungo esodo verso Palermo. Alle 12 il centro era praticamente deserto. Non era rimasto nessuno. Davanti il cancello troviamo i volontari della protezione civile: ci sono il gruppo dei vigili del fuoco in congedo e l’Ate di San Cipirello. “Ci hanno chiamati stanotte per presenziare questa zona – dicono -. Ora attendiamo la visita di un funzionario regionale che ci dica cosa fare, ma qui non è rimasto nessuno”.

Ed in effetti è facile incontrare gruppi di migranti lungo la strada che attraversa Giacalone, poi sulla statale 186 a Pioppo e lungo la Circonvallazione. Chiedono un passaggio per Palermo. Non si ferma nessuno. E loro, bottiglia d’acqua in mano, una maglia in testa per ripararsi dal sole, proseguono verso il mare. L’obiettivo è quello di raggiungere il porto, forse o la stazione, per andare via anche dalla Sicilia. 

La Redazione

© Riproduzione riservata

Tags: monreale - migranti - sbarco - emergenza - palermo - centro - accoglienza - carabinieri - caritas -

Notizie correlate:
- 14/04/2015  Migranti/4, il sindaco Piero Capizzi: “Non possiamo opporci alle decisioni della Prefettura”
- 14/04/2015  Migranti/3, chi sono? Eritrei, libici, somali: scappano dalla guerra e dalla povertà
- 14/04/2015  Migranti/2, la gestione sicurezza fa acqua da tutte le parti
- 13/04/2015  Monreale, al complesso Guglielmo la presentazione della festa del Santissimo Crocifisso
- 13/04/2015  Monreale, "Gli Invisibili" alla galleria d'arte moderna Giuseppe Sciortino

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2018 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web