Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

21/02/2015 Bagheria

Regione

Mafia, operazione dei carabinieri di Bagheria, in manette finiscono due giovani

Mafia, operazione dei carabinieri di Bagheria, in manette finiscono due giovani Stampa

L'accusa è di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso, per due volte hanno incendiato un negozio di macchine agricole

Nelle prime ore di questa mattina i carabinieri di Bagheria hanno condotto un'operazione antimafia, eseguendo 2 provvedimenti di custodia cautelare emessi dal Gip del tribunale di Termini Imerese, a carico di Gianluca Califano e di Salvatore Benigno entrambi 22enni bagheresi.

L'accusa è di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. L'operazione alla fine di una complessa attività investigativa, partita lo scorso mese di luglio, dei carabinieri di Bagheria, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Termini Imerese.

Le indagini sono partite dopo due attentati incendiari ai danni di un commerciante di macchine agricole, del luglio e agosto dello scorso anno. I due, appiccavano gli incendi cospargendo la saracinesca di benzina.

Le indagini, che si sono articolate in attività tecnica e di analisi dei filmati tratti dai sistemi di videosorveglianza e nell’analisi dei tabulati telefonici; in attività investigative mirate e, ancora, in interventi di perquisizione e controllo sui soggetti identificati come responsabili, proseguono per l’identificazione dei presunti “mandanti” della tentata estorsione.

È emerso inoltre come il commerciante, vittima degli attentati, in realtà, giorni prima degli incendi era stato avvicinato da una persona collegata con soggetti inseriti nella locale famiglia mafiosa. Ciò ha comportato il trasferimento del procedimento alla DDA di Palermo.

La Redazione

© Riproduzione riservata

Tags: bagheria - carabinieri - termini imerese - operazione - mafia - dda - palermo - estorsione -

Gallery


Notizie correlate:
- 15/01/2015  Bagheria, un monumento per il bicentenario dell'Arma dei Carabinieri
- 14/01/2015  Guttuso alla Estorick Collection di Londra
- 22/12/2014  Nasce LiberoFUTURO Bagheria, Associazione antiracket Libero Grassi
- 29/12/2013  Bagheria, rompe quattro denti alla compagna per una lite, arrestato
- 20/12/2013 Bagheria, la Cisl discute di Ato Rifiuti

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2019 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web