Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

22/05/2015 Castellammare

Palermo

Mafia, maxi confisca da 46 milioni di euro all'imprenditore Antonino Palmeri

Mafia, maxi confisca da 46 milioni di euro all'imprenditore Antonino Palmeri Stampa

Si tratta del residence Grotticelli di Scopello, e numerosi terreni. Il procedimento iniziato nel 2012

La Guardia di Finanza di Palermo ha confiscato a Scopello di Castellammare del Golfo (TP) il complesso turistico Grotticelli, un bar - pasticceria e numerosi terreni, del valore complessivo di oltre 46 milioni di euro, in esecuzione di un provvedimento emesso dal Tribunale di Trapani – Sezione Misure di Prevenzione. 

La confisca, eseguita dal G.i.c.o del Nucleo di Polizia Tributaria di Palermo, conclude il procedimento per la misura di prevenzione patrimoniale iniziato dalla Procura della Repubblica di Palermo tra la fine del 2012 e gli inizi del 2013, nei confronti di un imprenditore di 66 anni, Antonino Palmeri, originario di Castellammare del Golfo (TP), condannato nel 2001 per associazione di stampo mafioso e danneggiamento aggravato dal metodo mafioso e già sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza della durata di 3 anni e mezzo. Palmeri aveva trasferito la titolarità dei beni ai figli ma continuava di fatto a gestirli, effettuando anche investimenti per importi cospicui, che i giovani non avrebbero potuto eseguire a causa delle limitate disponibilità di reddito.

Il complesso turistico ora confiscato, composto da 12 appartamenti a schiera, piscina, terrazze a dislivelli, parcheggi e spazi comuni per l’intrattenimento ed il bar sono oggi pienamente attivi, essendo stati affidati in gestione per valorizzare, nel rispetto della legalità, una risorsa del territorio e offrendo nuove possibilità di lavoro a giovani della zona.

Parallelamente, è stato eseguito, sempre nei confronti di Palmeri, un sequestro di terreni del valore complessivo di 750 mila euro, terreni di Castellammare del Golfo adiacenti proprio al complesso turistico confiscato.

"Le attività descritte - spiegano i militari - si inquadrano nell’aggressione ai patrimoni illecitamente accumulati dalla criminalità organizzata che ha visto la Guardia di Finanza di Palermo sequestrare, nel periodo gennaio 2014 - maggio 2015, 78 aziende, 392 immobili, 126 autoveicoli, nonché quote societarie, titoli e disponibilità finanziarie per un valore complessivo di circa 336 milioni di euro".

"A circa 90 milioni di euro - concludono i finanzieri - ammonta il valore dei beni che, nello stesso periodo, sono stati confiscati, costituiti da 19 aziende, 114 immobili e 19 autoveicoli".

La Redazione

© Riproduzione riservata

Tags: scopello - guardia di finanza - palermo - confisca - beni - mafia - imprenditore - antonino palmeri - residence - terreni -

Gallery


Notizie correlate:
- 08/07/2014  Scopello, accordo con il Comune, i matrimoni civili nel parco Re Ferdinando
- 31/03/2014  Scopello ancora senza telefono, un residente non vuole far passare i cavi dal suo terreno
- 26/03/2014  Scopello, dal 6 dicembre i telefoni sono "muti". I commercianti: "Danni incalcolabili"
- 11/03/2014  Scopello, tutela degli accessi a mare, il movimento 5 Stelle presenta un'interrogazione
- 06/03/2014  Scopello, novità da Roma per il depuratore e la rete fognaria

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2018 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web