Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

10/12/2015 

Regione

L'ex vescovo Miccichè rinuncia al ricorso in Cassazione

L'ex vescovo Miccichè rinuncia al ricorso in Cassazione Stampa

E la Corte Suprema lo condanna a pagare le spese processuali più un'ammenda

Rinuncia al ricorso contro la perquisizione domiciliare subita e la Corte Suprema di Cassazione - seconda sezione penale - lo condanna al pagamento delle spese processuali e al versamento della somma di 500 euro alla Cassa della Ammende.

Insomma, per l’ex vescovo di Trapani, Francesco Miccichè, indagato per i reati di appropriazione indebita e malversazione di fondi pubblici (quelli dell’8 per mille), nonchè per calunnia aggravata e continuata (a far data dal 2011, da quando cioè ha cominciato a sporgere querele ipotizzando un complotto nei suoi confronti) piove sul bagnato.

Assieme ai suoi familiari, la sorella Domenica Miccichè e il cognato Teodoro Canepa, Miccichè aveva presentato ricorso avverso la perquisizione, disposta dalla Procura di Trapani ed eseguita dagli agenti della sezione di polizia giudiziaria della forestale e della finanza lo scorso mese di febbraio, culminata nel sequestro di beni, valutati centinaia di migliaia di euro.

L’indagato e i familiari avevano proposto, prima di rivolgersi alla Cassazione, al Tribunale del Riesame, ma questi confermò il provvedimento di sequestro. Da qui, pertanto, la decisione di ricorrere alla Suprema Corte. Decisione che poi è stata rivista, dopo l’intervento del procuratore generale, con la rinuncia da parte dei ricorrenti. Consigliere relatore è stato il giudice Piercamillo Davigo.

(FONTE GDS TRAPANI)

La Redazione

© Riproduzione riservata

Tags: trapani - processo - vescovo - francesco miccichè - ammenda - ricorso - rinuncia - condanna - pagamento - corte suprema - tribunale -

Notizie correlate:
- 13/11/2015  Mafia, sequestro da 20 milioni di euro ad Andrea Moceri
- 06/07/2015  Castelvetrano, mafia: in manette il cognato del latitante Matteo Messina Denaro
- 08/02/2015  Serata Campionati Aci Csai: Nino Vaccarella premia due monrealesi
- 20/12/2013 La Divina Commedia di Madè "vola" a Trapani, oggi la presentazione
- 13/12/2013 Mafia, altro colpo a Messina Denaro: in manette i familiari

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2018 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web