Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

27/09/2013 

Regione

Lavoratori forestali, sarà di nuovo sciopero generale lunedì

Lavoratori forestali, sarà di nuovo sciopero generale lunedì Stampa

Dopo il successo di quello del 25, il Sifus ha proclamato un altro stato di agitazione. Sarà l´ultima occasione per vedere approvata la variazione di bilancio richiesta

La straordinaria partecipazione di massa dei lavoratori forestali allo sciopero del 25 settembre a Palermo ha, dice Maurizio Grosso, segretario generale del Sifus “da un lato, smascherato le menzogne contenute in un “accordo truffa” sottoscritto, il giorno prima, dai Sindacati Confederali e dagli Assessori Regionali all'Agricoltura e al Territorio (è privo di copertura finanziaria) e dall'altro, stimolato la Commissione Bilancio a recuperare lungo la giornata di lotta, 47 milioni di euro da proporre al voto dell'ARS entro il 30 settembre”.

I 47 milioni reperiti dalla Commissione Bilancio provengono dai fondi PAC e dalla Commissione, infatti, non bastano. Per completare le giornate previste dalla LR 14/06 e cioè 78/101/151 giorni per contingente, servono 51 milioni di euro (mancano 4 milioni all'appello).

Per raggiungere i livelli occupazionali del 2011 e cioè 101/151/180 giorni per contingente invece, servono 70 milioni di euro.

“Il SiFUS – continua Grosso - attraverso lo sciopero generale dei forestali rivendica nei confronti del Governo Crocetta e dell'Assemblea Regionale Siciliana una variazione di bilancio atta a reperire le risorse economiche che consentano, garantite le giornate di legge, di avvicinarsi il più e possibile a quelle lavorate nel 2011 e cioè 101/151 e 180 giorni per contingente; l'accelerazione dell'iter procedurale per l'approvazione della nostra proposta di legge sulla stabilizzazione in un quadro di

pubblica utilità; la puntualità nel pagamento degli stipendi; il rinnovo del contratto integrativo regionale”.

Ed ecco perché la “lotta” del Sifus non si ferma ed è stato promosso un nuovo sciopero generale per lunedì alle ore 10 sempre davanti l’Ars in piazza Parlamento a Palermo, visto che è l’ultimo giorno utile per votare le variazioni di bilancio. “O i fondi per il comparto agroforestale si reperiscono entro il 30 settembre o, per il 2013, non ci saranno altre occasioni”, conclude Grosso.

(Grazie a Massimiliano Miceli per la mini-gallery fotografica)

La Redazione

© Riproduzione riservata

Tags: palermo - monreale - sciopero - generale - lavoratori - forestali - sindacato - sifus - maurizio grosso

Gallery


Notizie correlate:
- 27/09/2013 Un´intera palazzina allacciata alla rete pubblica, sette denunciati
- 27/09/2013 Visite e test medici gratuiti, arriva il "Villaggio della salute"
- 26/09/2013 Tram, la Sis revoca le procedure di licenziamento degli operai
- 26/09/2013 Mafia e "pizzo", sequestro da 650 mila euro
- 26/09/2013 Giornata del merito universitairo, l´appello corre sul web

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2019 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web