Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

12/11/2015 Palermo

Palermo

Da un'azienda confiscata alla mafia, nasce a Palermo il primo co-working per parrucchieri

Da un'azienda confiscata alla mafia, nasce a Palermo il primo co-working per parrucchieri Stampa

Un progetto promosso dal consorzio Ulisse

Nasce a Palermo da un’azienda confiscata alla mafia il primo co-working per parrucchieri. Si chiama Cambio Taglio Social SPA ed è un progetto di riutilizzo sociale dell’azienda O SOLE MIO CITY SPA, un marchio che collega diversi negozi di parrucchieri e centri estetica della città. In questa fase il progetto, promosso dal Consorzio Ulisse, si occuperà del negozio di Via Libertà n. 4, in prossimità di Piazza Castelnuovo.

Il progetto è un’innovazione assoluta, perché si basa sull’idea di riutilizzare in maniera condivisa un’azienda confiscata. Cambio Taglio, infatti, offre agli acconciatori professional la possibilità di avere una propria postazione di lavoro in uno dei luoghi più centrali di Palermo. Inoltre, offre agli acconciatori junior l’opportunità di sviluppare un proprio mercato in attesa di potere avviare un proprio salone di bellezza. Attraverso una formula semplice ma efficace, Cambio Taglio trasforma un’azienda sottratta alla mafia in un’occasione unica di sviluppo sociale ed economico per un’intera categoria di artigiani. Aiuta i giovani parrucchieri nello sviluppo della propria professione, contribuendo così all’emersione del lavoro nero.

“Ho creduto fin dal primo momento – dice il parrucchiere Giannantonio Salomone – al progetto di creare un co-working per parrucchieri a Palermo e sono stato tra i primi a scommetterci. Mi piacciono le sfide e le innovazioni. Inoltre, ho la possibilità di curare meglio le mie clienti palermitane e di incrementare il numero delle mie clienti. Già mi chiedono di essere presente un altro giorno oltre al giovedì”.

I parrucchieri che collaboreranno saranno, inoltre, chiamati a contribuire con il proprio lavoro allo sviluppo di capitale sociale prestando la propria opera gratuitamente anche a favore di categorie sociali svantaggiate (bambini affidati alle comunità, donne vittime di violenza o di abusi, anziani in gravi condizioni di povertà, mogli di detenuti, etc.). Tra le prime iniziative a scopo benefico Cambio Taglio sosterrà il Festival dell’intercultura Tumiamì, in programma il 6 dicembre prossimo al Teatro Politeama, nel corso del quale verranno raccolti dei fondi a sostegno del Progetto della sezione Life&Life Rosa, al fine di allestire presso l’Ospedale Policlinico di Palermo un ambiente più confortevole per la somministrazione della chemioterapia ai pazienti.

Cambio Taglio sarà anche una sede di formazione professionale per giovani e donne provenienti da condizioni di svantaggio socio-economico. Grazie ai percorsi formativi sarà data l’opportunità a queste persone di sviluppare una propria professionalità e di ottenere la qualifica riconosciuta nel territorio regionale per lo svolgimento dell’attività di parrucchiere.

La Redazione

© Riproduzione riservata

Tags: palermo - coworking - mafia - confisca - azienda - parrucchieri - lavoro - consorzio - ulisse - giannantonio salomone - cambio taglio -

Notizie correlate:
- 12/11/2015  Palermo, riapre il sottovia La Malfa sulla A29
- 12/11/2015  Palermo, conto alla rovescia per il Kid's Experience. Ecco gli eventi
- 12/11/2015  Palermo, decapitata la famiglia mafiosa di Santa Maria di Gesù
- 11/11/2015  Terremoto alla Regione, sospesa Anna Rosa Corsello: è indagata per "istigazione alla corruzione"
- 11/11/2015  Città Metropolitana: l'avvocatura del comune di Palermo ricorre al Tar

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2019 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web