Dal tuo Comune Monreale Palermo Alcamo Altofonte Bagheria Balestrate Belmonte Mezzagno Borgetto Camporeale Carini Casteldaccia Castellammare Castelluzzo Cefalù Cinisi Corleone Partinico Piana degli Albanesi San Cipirello San Giuseppe Jato San Vito Lo Capo Santa Cristina Gela Termini Imerese Terrasini Trabia
Facebook Page Twitter Google Plus YouTube Rss

Home Cronaca Politica Sport Eventi Palermo Regione Italia Mondo

Spazio Vitale
 
 

03/10/2013 Palermo

Dalle Scuole

Bidelli in sciopero, scuole in difficoltà

Bidelli in sciopero, scuole in difficoltà Stampa

Il caso della Scinà-Costa di Palermo, che a causa della protesta ha ridotto la ricreazione e manda gli alunni in bagno con il "contagocce"

Sicurezza a rischio all’istituto comprensivo Scinà – Costa di Palermo. Il Ministero della Pubblica Istruzione ha assegnato, quest’anno, alla scuola un organico di 12 collaboratori scolastici. Ma all’istituto sono operative solo 8 unità. “I 4 operatori che al momento non prestano servizio nei due plessi della nostra scuola, non percepiscono lo stipendio da mesi - fa sapere Nella Maniaci, preside dell’istituto-. Quindi ci troviamo con un numero inferiore di bidelli rispetto a quello previsto. Siamo costretti a ridurre i tempi della ricreazione ed a far uscire gli alunni, per andare i bagno, nelle ore di lezione con un pass per cercare di ridurre al minimo i disagi. Possiamo contare soltanto su un operatore scolastico per ogni piano della scuola, con la conseguenza che la sorveglianza è ridotta e la sicurezza degli alunni non può essere garantita al meglio. Sia il plesso Scinà in via Li Bassi sia il plesso Costa in via Ughetti contano un organico di 4 collaboratori scolastici per un totale di 8 bidelli per tutto il comprensivo”. Complice del disagio lo sciopero dei 519 ex Lsu che prestano servizio nelle scuole. Causa della loro protesta la mancata erogazione dello stipendio da marzo scorso. Da settimane lo sciopero dei bidelli ha messo a rischio lo svolgimento regolare di circa 93 istituti della provincia, impossibilitati ad avviare l’anno scolastico a regime. I 519 ex Lsu, organizzati nelle cooperative 30 Aprile e Service, Pubblica Istruzione, Comitini e Istruzione Pubblica, convenzionate con l’Ufficio scolastico provinciale, protestano da settimane davanti alla sede del provveditorato. Per il prossimo 10 ottobre è previsto un incontro, indetto dall’assessore comunale alla Scuola Barbara Evola, con i rappresentanti dell’Ufficio scolastico regionale, quello provinciale e i delegati dei sindacati di categoria.

Rosangela Scimeca

© Riproduzione riservata

Tags: palermo - protesta - sciopero - bidelli - ex - lsu - disagi - scuole - istituto comprensivo - scinà - costa

Notizie correlate:
- 03/10/2013 Consulta delle culture, ecco dove e come votare
- 03/10/2013 Roccobarocco sceglie Palermo per pubblicizzare la sua nuova collezione
- 03/10/2013 Fuoco in un negozio a Palermo, indagini dei Carabinieri
- 02/10/2013 Festa dei nonni, balli e musica insieme ai nipoti
- 02/10/2013 Congresso dei conservatori d´Europa al Bellini di Palermo

Ottica Nuova Visione Monreale
COMMENTI




















Testata Giornalistica Registrata - Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013
Direttore Responsabile Giorgio Vaiana - Condirettore Responsabile Michele Ferraro

Versione Mobile - Disclaimer - Pubblicità - Privacy - Scriveteci
© 2018 - Migi Press Snc - vincenzoganci.com - Codice Sorgente di Fp Web